DOCUMENTI IN AGGIORNAMENTO.
Per richieste puntuali vi preghiamo di scriverci dalla pagina CONTATTACI

Chiedi all'esperta Svitol!

Hai un dubbio sull'utilizzo di Svitol?

Chiedi all'esperta Svitol! Al telefono o in Chat »
icona-casa

Glossario

Lubrificante: sostanza atta a ridurre al minimo l'attrito tra due superfici che scorrono l'una sull'altra e a proteggere parti meccaniche usurabili. Il lubrificante crea un sottilissimo strato che consente la separazione tra due superfici altrimenti in contatto tra di loro.

Sbloccante: prodotto chimico adatto a facilitare lo "smontaggio" di accoppiamenti bloccati tra di loro da ruggine, morchie, ossidi, lacche.

Antiossidante: composto chimico capace di inibire i processi di autoossidazione o invecchiamento dei materiali in contatto con l'esterno (luce, umidità, temperatura).

Disossidante: sostanza o miscela in grado di sciogliere gli eventuali ossidi presenti e formatisi sui materiali metallici.

Attrito: sfregamento tra due corpi, di cui uno almeno in movimento, che provoca usura e logorio.

Coefficiente di attrito: misura la resistenza al moto dovuta al contatto tra due corpi. Ogni copia di materiali ha un suo coefficiente di attrito misurabile sperimentalmente. Ridurre il c.a. significa migliorare lo scorrimento tra due superfici.

Tensione superficiale: è la misura della coesione interna tra le molecole di un liquido. Quando queste vengono in contatto con una superficie solida, il  valore della t.s. ci dice se esso è in grado di bagnarla oppure no. vedi "potere bagnante".

Potere bagnante: capacità di una sostanza di imbibire, bagnare,penetrare un accoppiamento arrugginito o ossidato e facilitarne la lubrificazione/sbloccaggio.

Ruggine: è un prodotto dell'ossidazione di un metallo sottoposto agli agenti esterni, luce, umidità, temperatura. Genericamente si riferisce al prodotto di corrosione del ferro, cioè ossido di ferro.

Ossido: vedi "ruggine".

Conducubilità elettrica: misura della capacità di un materiale di condurre o meno la corrente elettrica.

Propellente: nelle bombolette aerosol è una sostanza fluida sotto pressione utilizzata per favorire la fuoriuscita e la dispersione del prodotto. I propellenti comunemente utilizzati sono: GPL (gas propano liquido) e sue miscele in vernici e lucidanti per auto/casa, anidride carbonica nei prodotti tecnici, azoto e protossido di azoto nei prodotti per alimenti, gas fluorurati nell'industria frigorifera ed elettronica.